Individuazione
Trimestrale di psicologia analitica e filosofia sperimentale a cura dell'Associazione GEA
Direttore : Dott. Ada Cortese
Via Palestro 19/8 - 16122 Genova - Tel. 010-888822 Cell 3395407999

Home Anno 07° N° 24
Giugno 1998 Pag. 5° Laura Ottonello

Laura Ottonello

 RELAX 

"RIDERE PER RIDERE"


I pazzi vengono definitivamente riconosciuti tali dagli psichiatri
per il fatto che dopo l’internamento
mostrano un comportamento agitato.
(Karl Kraus)

Non temer mai di dire cose insensate!
Ma ascoltale bene quando le dici.
(Ludwig Wittgenstein)

Chi vive senza follie
non è savio quanto crede.
(Francois de la Rochefoucauld)

Sai come si fa a tenere un idiota sulle spine?
Te lo dico domani.
(Bob Phillips)

L’uomo comune ragiona.
Il saggio tace.
Il fesso discute.
(Pitigrilli)

Ci sono più pazzi che savi,
e nel savio stesso c’è più pazzia che saggezza.
(Nicolas de Chamfort)

Era un paese così piccolo
che non avevamo neanche lo scemo del villaggio.
Dovevamo fare a turno.
(Billy Holiday)

Quando doveva far uso della mente
era come quando qualcuno abituato a usare la destra
è costretto a usare la sinistra.
(Georg Christoph Lichtenberg)

Sin da Adamo i cretini sono stati in maggioranza.
(Casimir Delavigne)

Pazzi e intelligenti sono ugualmente innocui.
I mezzi matti e i mezzi saggi, quelli sono i più pericolosi.
(Johann Wolfgang Goethe)

Dire idiozie oggi,
quando tutti riflettono profondamente,
rimane il solo mezzo
per provare la propria libertà e indipendenza di pensiero.
(Boris Vian)

Fare di tempo in tempo una stupidaggine
- oh che buon sapore ha subito di nuovo la propria saggezza! (Friedrich Nietzsche)

Era uno che
per sembrare un genio
avrebbe dovuto essere completamente diverso.
(Beppe Viola)

Pare che certa gente abbia fatto la fila tre volte
quando il buon dio ha distribuito la stupidità.
(Konrad Adenauer)

Per giocare a golf non è necessario essere stupidi.
Però aiuta.
(George Bernard Shaw

Lo uccisi perchè era idiota, perfido, scemo, tardo,
stupido, mentecatto, ipocrita, ignorante,
burino, buffone, gesuita, a scelta.
Una così si accetta, due no.
(Max Aub)

L’uomo ha raccolto tutta la saggezza dei suoi predecessori,
e guardate quanto è stupido! (Elias Canetti)

E’ un cretino
illuminato da lampi di imbecillità.
(Ennio Flaiano)

Sono fin troppo consapevole
che si vive in un’epoca
in cui solo gli ottusi sono presi sul serio,
e io vivo nel terrore
di non essere frainteso.
(Oscar Wilde)

Passare per un idiota agli occhi di un imbecille
è una voluttà da fine gourmet.
(Georges Courteline)

Se i cervelli fossero soldi
tu avresti bisogno di un prestito
per comprarti una tazzina di caffè.
(Don Chambers)

Non discutere mai con un idiota:
la gente potrebbe non notare la differenza.
(Arthur Bloch)

L’essenziale per vivere, e per essere ottimista,
sta nell’esser abbastanza scemo
da credere che il meglio debba ancora venire.
(Peter Ustinov)

Si era montata la testa senza neppure leggere le istruzioni.
(Cicchello e Colombo)

Sostengo spesso lunghe conversazioni con me stesso,
e sono così intelligente che, a volte,
non riesco a capire nemmeno una parola di quello che dico.
(Oscar Wilde)

Sono uno dei pochi cretini che sospettano di esserlo.
Di più non posso proprio fare.
(Pino Caruso)

Gli uomini si dividono in due categorie:
i geni e quelli che dicono di esserlo.
Io sono un genio.
(Enzo Costa)

La psicoanalisi è quella malattia mentale
di cui ritiene di essere la terapia.
(Karl Kraus)

Non capisce.
Allora dice che l’interlocutore è ambiguo.
(Dino Basili)

Un esperto è un imbecille che si è ben organizzato.
(Gianni Monduzzi)

Aveva così poche idee,
che non le diceva a nessuno per paura di rimanere senza.
(Renzo Butazzi)

Un imbecille sa sempre cosa dire al momento sbagliato.
(Eros Drusiani)

La malattia più diffusa è la salute degli imbecilli.
(Eros Drusiani)

Gli stupidi impressionano sempre,
non fosse altro che per il loro numero.
(Riccardo Bacchelli)

La più pericolosa sorte di stupidità
è un’acuta intelligenza.
(Hugo von Hofmansthal)

La natura ha voluto che le illusioni esistessero
per i savi come per i pazzi,
affinchè i primi, con la loro saggezza,
non fossero troppo infelici.
(Nicolas de Chamfort)

Ci sono imbecilli superficiali e imbecilli profondi.
(Karl Kraus)

Laura Ottonello


 HOME     TOP   
Tutti i diritti sui testi qui consultabili
sono di esclusiva proprieta' dell'Associazione G.E.A. e dei rispettivi Autori.
Per qualsiasi utilizzo, anche non commerciale,
si prega prima di contattarci:

Associazione GEA
GENOVA - Via Palestro 19/8 - Tel. 339 5407999