Individuazione
Trimestrale di psicologia analitica e filosofia sperimentale a cura dell'Associazione G.E.A.
Direttore : Dott. Ada Cortese
Via Palestro 19/8 - 16122 Genova - Tel. 010-888822 Cell 3395407999

Home Anno 12 N 45
Settembre 2003 Pag. 7 Ada Cortese


Ada Cortese

 ATTIVITA' 

AL VARO DUE IMPORTANTI INIZIATIVE: I "LABORATORI EVOLUTIVI" E LE SERATE DI "FILOSOFIA DAL VIVO".

Laboratori e Cultura

Ebbene sì, siamo ad un grande momento: Gea sta per varare i "Laboratori avanzati di Psicoanalisi Evolutiva" (o più semplicemente Laboratori Evolutivi Permanenti) e questo momento arriva dopo 15 annidi fisiologica ed inevitabile "preparazione" attraverso i tradizionalissimi gruppi Gea. Sono stati tanti i gruppi, molto più delle lettere dell'alfabeto con cui siamo soliti designarli.
Le esperienze di ciascun gruppo sono esperienze dell'unico individuo che li ha pensati, voluti, partoriti: Gea.
Tutti diversi nel tempo, nelle tematiche, nel linguaggio, nella sensibilità che ognuno di essi individuava, tarava ed adattava alla propria natura.
Dopo tutti questi anni il gruppo "Uno", capace di percepirsi non in una struttura necessariamente rigida nè, dunque, in setting altrettanto forzosi, ma nella libertà che la sua stessa fase evolutiva, oggi della "maturità", gli restituisce, ama nei singoli che ne fanno esperienza, questo suo più limpido e leggero esistere, questo suo emozionante "esserci".
Ed i singoli, sono comunque soggetti umani che hanno sposato la loro esigenza di proseguire nell'infinito percorso dell'individuazione, con l'identica e corrispondente esigenza dell'Individuo Gruppo di trovare la sua.
Accade che oggi singolo soggetto e singolo gruppo, con inevitabile corrispondente e sincrona sintonia evolutiva, possano "sgusciare via" dal limite angusto del discorso psicoterapeutico, clinico, psicoanalitico per darsi gioiosamente al gusto e alla conferma del sentirsi "mutati".
La descrizione dell'universo nuovo, del soggetto nuovo, della relazione nuova, del linguaggio nuovo, della sensazione nuova, dell'amore nuovo, della vita e della morte nuove, è solo un aspetto del nuovo compito che ci viene prospettato.
In questo particolarissimo ambiente non si chiede a chi si senta a noi affine da dove viene nè come ci sia arrivato. Ci importa solo che questa esperienza possa nascere e conservarsi per il tempo necessario. E possa allargarsi a tutti coloro che a ciò si sentano chiamati. Noi cominceremo a inizio ottobre; siamo un gruppo nè piccolo nè grande ma non chiudiamo sdegnosamente la porta ai tanti che potrebbero aggiungersi.
Cominceremo con ritmo tranquillo ed incontri intensivi. Saranno gruppi a cadenza mensile della durata di tre ore per incontro. Abbiamo una serie di metodiche da seguire perché in questo ambiente non ci sarà tanto da "fare" teoria quanto da provare e riprovare insieme sperimentalmente per "naturalizzare" l'esperienza del nuovo che già ci accomuna.
L'oltre è già qui nella nostra vita quotidiana. Non c'è più da viaggiare, partire, indagare. Solo da imparare a vivere e a gustare il nuovo perché questo l'inconscio già ci suggerisce da tempo:
"Il mare non ha più pesci da regalare".
"La Terra muore, occorre prendere l'astronave e intanto imparare la vita senza gravità".
"La mutazione è già avvenuta. Occorre lavorare sul gene mutato". Auguriamoci davvero un buon lavoro!

**********

Gea Cultura

Il cuore di Gea è la ricerca e la filosofia sperimentale da sempre radicate nel gruppo. E i gruppi a Gea sono davvero tanti.
Così anche Gea Cultura, questo gruppo libero, che da alcuni anni opera nell'Associazione proponendo convegni e serate tematizzate, ha deciso questo anno di "trattare" la filosofia e le testimonianze di Uomini Straordinari (nove incontri previsti) che hanno percorso i sentieri della conoscenza secondo l'esperienza interiore.
Il programma "Filosofia dal vivo: le radici del pensiero filosofico" prevede nove incontri mensili aperti a tutti i soci Gea. Ogni incontro proporrà al gruppo una domanda filosofica pertinente il rapporto tra aspetti della propria vita quotidiana e la visione della propria esistenza. Ogni volta il gruppo sarà aiutato e guidato da un diverso filosofo. Lo strumento, l'opera e il fine si può dire siano riassumibili in una sola parola: il dialogo tra i partecipanti (che noi speriamo arrivino numerosi), tutti "filosofi", ovvero amanti della conoscenza.
Come sempre, le serate dovranno essere gustate e avvicinate con lo spirito tipico di Gea: l'autenticità di corrispondenza tra coscienza e pensiero consapevole di sè, ovvero secondo sposalizio tra psicoanalisi e filosofia vivente.
Troppo spesso deleghiamo la capacità riflessiva ed il pensiero ai "grandi" e restiamo, senza accorgercene imprigionati nell'Ombra del pensiero ovvero nei "pensati". Proponendo queste serate il gruppo Gea Cultura intende offirire un'opportunità di uscire dalla prigione. Le serate di filosofia si concluderanno con un convegno di cui daremo più ampie informazioni nei prossimi numeri.


Ada Cortese


 HOME     TOP   
Tutti i diritti sui testi qui consultabili
sono di esclusiva proprieta' dell'Associazione G.E.A. e dei rispettivi Autori.
Per qualsiasi utilizzo, anche non commerciale,
si prega prima di contattarci:

Associazione GEA
GENOVA - Via Palestro 19/8 - Tel. 339 5407999