Individuazione
Trimestrale di psicologia analitica e filosofia sperimentale a cura dell'Associazione G.E.A.
Direttore : Dott. Ada Cortese
Via Palestro 19/8 - 16122 Genova - Tel. 010-888822 Cell 3395407999

Home Anno 12° N° 45
Settembre 2003 Pag. 15° Mario Mencarini


Mario Mencarini

 ATTIVITA' 

UN VIAGGIO

L' Etiopia per il Timkat 04

Stiamo organizzando un viaggio in Etiopia in occasione del Timkat 2004.
Il Timkat è la maggiore festa religiosa Etiope.
L'Etiopia è sempre stato un Paese inaccessibile e remoto, completamente sconosciuto ai giorni nostri, che ha conservato gelosamente nei millenni tesori di inestimabile bellezza e valore.
L'Etiopia è un mosaico di popoli, di religioni, di culture e di tradizioni; è la terra delle leggende della Regina di Saba, di Re Salomone e dei Falasha, gli ebrei neri; è il paese del millenario Regno di Axum e dei suoi misteriosi obelischi; è l'unico paese africano ad avere una propria scrittura originaria, che deriva dall'antico Ghe'ez, lingua tuttora usata durante le liturgie copte ed oggi divenuto il moderno ahmarico e tigrigno; è la terra dove si trova Gondar, la "Camelot" dell'Africa con i suoi castelli medievali dalla architettura portoghese; è la terra dai 66 vulcani (dei 136 che sono presenti in tutta l'Africa) e dei grandi laghi.
E' la terra dove nasce il Nilo Azzurro, che è fonte di vita per l'intero Egitto; è definita la culla dell'umanità, dove i paleontologi hanno scoperto i resti fossilizzati di Lucy e, successivamente, di Ramidus, progenitore di Lucy, risalenti a circa 5 milioni di anni fa; è la terra in cui soggiornò il giovane Rimbaud, poeta maledetto, contrabbandiere e mercante, stregato dalla luna di Harar; è la terra in cui i monaci copti custodiscono gelosamente l'Arca dell'Alleanza, secondo la tradizione; è la terra delle chiese rupestri, degli affreschi sacri che ne impreziosiscono l'interno e della chiesa di Lalibela (la Gerusalemme nera), considerata una delle meraviglie del mondo e dichiarata bene del patrimonio dell'Umanità dall'Unesco; è la terra dove le cime dei monti del Simyen oltrepassano i 4.600 metri, dove vivono gli unici lupi d'Africa.
l'Etiopia fa parte della nostra storia, anche se il veicolo per conoscerla è stato il colonialismo e le sue luci, ombre e tragedie.
Noi visiteremo la parte settentrionale, attraverso il più alto e grande altopiano africano, alla ricerca dei monumenti sacri e delle atmosfere legate a uno dei più antichi culti cristiani.
Da Addis Abeba, su piste sterrate (non perdendosi le cascate formate dal Nilo Azzurro Tissisat) per visitare le chiese e i monasteri che sorgono sulle isole del Lago Tana ; poi a Gondar, già ricca di 44 chiese e 7 castelli, dove rimangono anche testimonianze del periodo coloniale italiano.
Da qui fini ad Axum, sulle tracce della Regina di Saba e dell'Arca dell'Alleanza, che qui sarebbe custodita. Infine, sulla via del ritorno, le chiese rupestri della valle del Tigray e quelle ancora più celebri di Lalibela.
Partenza: il 07/01/04 da Bologna oppure Roma ed il ritorno il 23/01/04 Il costo, tutto compreso, di circa 2800 Euro, potrà diminuire se il numero dei partecipanti sarà numeroso.
Per ulteriori informazioni inviare e-mail a mariomencarini@libero.it oppure telefonare o mandare un fax allo 0187-671563


Mario Mencarini


 HOME     TOP   
Tutti i diritti sui testi qui consultabili
sono di esclusiva proprieta' dell'Associazione G.E.A. e dei rispettivi Autori.
Per qualsiasi utilizzo, anche non commerciale,
si prega prima di contattarci:

Associazione GEA
GENOVA - Via Palestro 19/8 - Tel. 339 5407999