Home Anno 16° N° 59 Pag. 7° Agosto 2007 Carla Piccini


Carla Piccini
 STREAM OF CONSCIOUSNESS 

I N D I Z I

Nella presenza amorosa è la liberazione da tutti i perchè.

L'indicazione per una via spirituale è da ogni fonte quella di dominare le passioni. Ma il significato , penso, non sia di tenerle a bada, di evitarle. L'invito più probabilmente è a viverle, a farsi inondare dalle emozioni, che arrivano, e che contenere sembra superiore alle nostre possibilità.
Penso che significhi guardarle, nella loro solita contradditorietà, nel loro carico passionale, fatto di rimpianti, desideri, di un mondo inespresso,spesso insoddisfatto.
Penso che significhi abbracciarle, e poi aspettare.
Lentamente, ascoltando i propri bisogni e i propri limiti, e poi aspettare. E volgere verso sè uno sguardo indulgente. non per appagare i propri bisogni o assecondare le passioni, concretamente,ma per - viverle intensamente dentro di sè - E poi perdersi. E scordarsi di sè.
E' strano, ma per andare verso il NIENTE bisogna appropriarsi con amore della propria storia. Per distaccasene bisogna prima crederci, che è vera, che è reale. E amare intensamente ogni sofferenza della propria storia.
Ecco adesso spuntare un altro equivoco: si può bastare a sè stessi ? Gli indizi dicono di no. Ma allora come evitare di correre tra le braccia dell'altro, più o meno simbolicamrnte , e farne il nostro padrone?.
Ma realmante possiamo immaginare un amore immenso che comprenda solo sè stessi ? Un amore immenso vibra per quelli che amiamo, da cui è bene distinguersi e salvaguardare la nostra indipendenza emotiva come si riesce e nei tempi necessari, ma verso iquali dobbiamo volgere quell ' amore immenso.
L'amore che vuole gratifiche, conferme, approvazione è un amore che ha le qualità dell'umano, che realizza se stesso nell'appagamento, nel rispecchiamento di sè nell'altro,che dipende in qualche modo dalla restituzione per volgersi nuovamente a sè stesso. E non c'è niente di male in tutto ciò.
Ma l'amore immenso verso l'altro ha qualità sovra umane ; non ha bisogno di gratificazioni e gesti ; è sopra. E' condivisione di un bene superiore, di un sentimento alto, che si riconosce in sè e nell'altro. E che vive sopra le nostre teste, e dentro ai nostri cuori. E' riconoscimrnto reciproco di questa capacità e apertura. Non si appoggia ad una quotidianità, è pura presenza nel pensiero dello sguardo dell'altro. E' ammirazione e riscontro per quello che l'altro prova, nel riconoscerlo veramente identico a sè, è il sentimento di essre UGUALI .
Non si nutre di niente ma si ritrova nei gesti quotidiani, nelle ripetizioni, in ogni essenza che ci circonda. E' la grazia di cui l'altro essere è pieno e di cui noi stessi siamo pieni che ci illumina. Non esclude niente, non comprende niente. E' silenzio e gioia. E indipendente e libero .
E' la fortuna di aver incontrato te, con la tua purezza e trasparenza ai miei occhi, sulla mia strada.
Ed è nella presenza amorosa la liberazione da tutti i perchè.


Carla Piccini


 HOME     TOP   
Tutti i diritti sui testi qui consultabili
sono di esclusiva proprieta' dell'Associazione G.E.A. e dei rispettivi Autori.
Per qualsiasi utilizzo, anche non commerciale,
si prega prima di contattarci:

Associazione GEA
GENOVA - Via Palestro 19/8 - Tel. (010) 888822