News links Photo Newspapers frecciasu
Associazione Gea
Psicologia Analitica e Filosofia Sperimentale
(Sito on line dal 1997)

Via Palestro 19/8 - 16122 Genova - Tel 339 5407999
GeaBlog: Riflessioni e Pensieri in libertà
  dal 20 al 14   
Cinzia Mammoliti Apr 2012
I serial killer dell'anima

I manipolatori sono tra noi: come riconoscerli, come evitarli, come difenderci da loro.

"I serial killer dell’anima" è il titolo di un libro recentemente pubblicato da Cinzia Mammoliti .
Un libro rivolto soprattutto a tutte quelle donne che per un verso o per l'altro si sentono espropriate del loro sacrosanto diritto di vivere la propria unicità. Un libro che mostra come, attraverso l'esercizio della propria individualità, sia possibile evitare la manipolazione e riappropriarsi della responsabilità dei propri vissuti.
Si tratta in sostanza di una sorta di manuale/guida che, come illustra il sottotitolo, insegna a riconoscere i manipolatori, insegna come evitarli e come difendersi. Un percorso, quello proposto dalla Mammoliti che si sviluppa in sei passaggi: si parte dall’inquadramento del problema, per poi passare ad esaminare le basi della manipolazione mentale. Si fa il punto, quindi, su chi sia il manipolatore e su come, basandosi su un perverso meccanismo di menzogne, costui operi e comunichi e finisca per favorire l' instaurarsi di una relazione perversa che produce perniciose conseguenze tanto a livello fisico quanto a livello mentale.
Che fare, dunque? Come uscire da questa relazione perversa? E poi, una volta che ci si è divincolati da questa situazione, che succede? Cosa ci aspetta?
Il libro della Mammoliti, oltre ad avere una gradevolissima chiarezza di esposizione e una solida base documentale (con molti testi in bibliografia e degli utili riquadri nel testo che invitano all’approfondimento di questo o quell’argomento) ha un innegabile pregio: quello di far parlare le donne che dei manipolatori sono state vittime, facendo seguire la narrazione dell’esperienza con un’analisi. Abbiamo, così, l’intellettuale frustrata o la donna zerbino o l’amazzone che avrebbe voluto essere sottomessa, giusto per citare alcune testimonianze che troviamo lungo il libro.
Un libro importante perché aiuta non solo le persone che dei manipolatori sono vittime, ma anche chi, fortunamente, non ne è vittima ma potrebbe cogliere degli indizi rivelatori e cercare, nei limiti del possibile, di far acquisire consapevolezza a chi sta soffrendo.
Concludiamo col testo di una recente intervista rilasciataci dall'autrice.

1. Cosa l'ha spinta a scrivere questo saggio ?
- Qualche anno fa ideai e proposi un progetto destinato agli Assessorati alle Pari Opportunità di diversi Comuni italiani riguardante la sensibilizzazione in materia di violenza psicologica e manipolazione relazionale. Fui contattata da molti di loro per tenere un seminario sull'argomento e l'interesse di pubblico suscitato, nonchè l'incredibile numero di esperienze, alcune dirette, moltissime indirette in materia, mi han condotta a raccogliere i risultati del mio lavoro in questo saggio.

2. Chi sono i serial killer dell'anima e perché un titolo così forte?
- I serial killer dell'anima sono individui senza cuore che, come gli assassini seriali, passano di vittima in vittima per prosciugarne l'energia e destabilizzarne l'emotività. Uccidono a fuoco lento e senza lasciare segni esterni ma i danni che fanno sono di portata incommensurabile.

3. Hanno dei tratti comuni ? Sono facilmente riconoscibili ?
Individuarli é molto difficile poiché cambiano maschere all'occorrenza e a seconda di chi decidono di manipolare. All'inizio sono di solito molto attraenti e impegnati a nascondere il loro vero volto, poi, poco alla volta, vengono fuori rivelando la natura che li caratterizza.

4. Cosa li distingue da altre tipologie di uomini violenti ?
- Non rispondono agli ordinari stereotipi dell'immaginario collettivo che vogliono l'uomo violento brutto, grezzo e volgare. Loro sono estremamente subdoli e si celano dietro a persone spesso di bell'aspetto, educate, gentili e anche di classi sociali elevate.

5. Che tipo di vittime scelgono ?
- Chiunque può diventare vittima di un manipolatore relazionale. Anche in questo caso non valgono gli usuali stereotipi che vogliono la vittima fragile, inerme e con scarsa considerazione di sé. Molte donne forti e strutturate cadono in questa trappola. Come spiego nel libro basta avere un punto debole nel quale far innestare il manipolatore che il gioco è fatto.

6. Come riescono a circuirle ?
- Lusinghe, promesse, attenzioni. Fanno di tutto per rendersi indispensabili e creare un rapporto di dipendenza. Una volta ottenuta la dipendenza cominciano a maltrattare, umiliare, svilire utilizzando la loro arma preferita : la comunicazione aggressiva, ambigua e destabilizzante o il silenzio.

7. Esistono serial killer dell'anima al femminile ?
- Si esistono e sono numerose. Forse anche più subdole degli uomini sotto certi profili. Il fatto é che gli uomini faticano a venire allo scoperto e chiedere aiuto anche se devo dire che da quando è uscito il mio saggio ricevo mail di molti uomini che chiedono consigli.

8. Ci si può difendere da loro ? E se sì come ?
- L'unica maniera per difendersi consite nell'impermeabilizzarsi e anestetizzarsi emotivamente. Nel senso che è necessario imparare a non farsi più ferire dalle loro crudeli modalità relazionali che conducono chi le vive non solo a soffrire ma anche a sentirsi in colpa. Occorre lavorare sull'autoconsapevolezza, operazione importantissima per non ricadere in altre relazioni analoghe. Ogni volta che si può, comunque, suggerisco di fuggire e cerco di offrire degli strumenti per farlo limitando il dolore.



Bibliografia
I serial killer dell'anima
di Cinzia Mammoliti -- Editrice Sonda (Casale Monferrato)

.

I manipolatori sono tra noi: come riconoscerli, come evitarli, come difenderci da loro.
Nel saggio, Cinzia Mammoliti, cerca di fornire gli strumenti più adatti per smascherarli e difendersene


Non lo trovi? Sei interessato a ricevere una copia di questo libro, Clicca >> QUI






Tutti i diritti sui testi qui consultabili
sono di esclusiva proprieta' dell'Associazione G.E.A. e dei rispettivi Autori.
Per qualsiasi utilizzo, anche non commerciale,
si prega prima di contattarci:

Associazione GEA
GENOVA - Via Palestro 19/8 - Tel. 339 5407999

. >

Cerca nel Web
  Cerca nel nostro sito
 .
Estratto intervista su Rai 3

Alejandro Jodorowsky a Gea

1992 "Inaugurazione di Gea"

2011 "Sulla Terza Età"